Lazio-Inter 1-1: le pagelle del pareggio dell’Olimpico

Primo stop in campionato per l’Inter di Conte contro un’ostica Lazio. Apre il match Lautaro dopo 30 min e nella ripresa pareggia Milinkovic-Savic. Da annotare anche 2 espulsi, uno per parte: Immobile e Sensi.

Handanovic (6) attento sui tiri dalla distanza, nulla può sul colpo di testa ravvicinato di SMS.

Skriniar (6) sta prendendo piano piano ritmo. Attento in difesa esce bene palla al piede. Viene sostituito da D’Ambrosio (6) che prova spesso a spingere e a creare oppurtunità.

De Vrij (6) che torna all’Olimpico da ex, non sente la pressione e sbaglia veramente poco.

Bastoni (6) gioca una buona gara e si spinge in avanti. In sicuro a volte nelle scelte.

Perisic (5) secondo me il peggiore. Quando attacca non si rende mai pericoloso e soffre nella fase difensiva, tanto che è proprio lui a perdere SMS. Viene sostituito da Young (5,5) che nonostante la freschezza, non si rende mai pericoloso.

Gagliardini (6,5) gioca davvero una bella gara. Sbaglia poco e non si arrende mai. Recupera tanti palloni. Al suo posto entra Sensi (6) che entra bene, però casca nella provocazione di Patric e viene espulso. Salterà il derby.

Vidal (6,5) ennesima prova di carattere. Corre per tutto il campo e intercetta tutti i palloni possibili. Con furbizia fa espellere Immobile. Al suo posto entra Brozovic (6) che su un tiro deviato colpisce il palo pieno e sfiora così il gol del vantaggio.

Barella (6) corre veramente tanto, si inserisce e crea molte occasioni. Anche se non considero il trequartista un suo ruolo oggi è stato bravo ad interpretare il tutto.

Hakimi (6) prova più volte a rendersi pericoloso.

Lautaro (7) per me il migliore. Trova il gol sfruttando un rimpallo, il terzo in 3 partite e per tutta la partita lotta senza sosta. Sfiora più volte la doppietta. Viene sostituito da Sanchez (6) che mette in crisi la difesa con la sua rapidità ma nonostante ciò, non riesce a trovare il gol.

Lukaku (6) tiene bene il peso dell’attacco e quando ha possibilità sfrutta anche la sua grande velocità. Purtroppo non riesce a trovare la via del gol.

Conte (6,5) si ritiene soddisfatto. I motivi sono chiari. L’Inter adesso domina, dovunque e contro chiunque. C’è da lavorare ma la strada è giusta.

Adesso recuperiamo le forze con la sosta e poi testa al derby.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *