Pagelle Inter-Shakhtar Donetsk: i nerazzurri volano in finale dell’Europa League

L’Inter è in finale di Europa League. Dieci anni dopo torniamo a giocarci una finale Europa. La squadra asfalta letteralmente lo Shakhtar con un 5 a 0.

Nel primo tempo trova il gol di testa Lautaro poi nella ripresa si scatena l’armata nerazzurra. Gol di testa su angolo di D’Ambrosio, destro angolato di Lautaro che trova i suoi primi 2 gol stagionali in Europa League. Poi si sveglia lui, Lukaku che prima con un azione corale e poi con un cost to cost pazzesco trova il suo 11 gol consecutivo in Europa League.

Handanovic (6) gioca da regista difensivo visto che deve solo parare un tiro in 90′ minuti.

Bastoni (6,5) nel 1 tempo gioca con timidezza poi nella ripresa mette in campo la sua personalità.

De Vrij (6,5) attento e concentrato non lascia centimetri all’attaccante avversario.

Godin (7) gioca un’altra gara pazzesca. Domina sulle palle alte e anche nei contrasti. Fondamentale.

Young (6,5) attacca e difende senza sosta. Tutta la sua esperienza si vede e si sente. Esce e lascia spazio a Biraghi (6) che tiene bene la posizione e difende con attenzione.

Gagliardini (6) gioca, come tutta la squadra, una grande partita. Sbaglia poco e usa il fisico quando serve.

Brozovic (6,5) colonna centrale di questa Inter corre per tutto il campo smista do tutti i palloni. Viene sostituito da Sensi (s.v.) che finalmente torna in campo.

Barella (7) gioca una gara da fenomeno. Corre, lotta e recupera tutti i palloni. Esegue anche uno splendido assist. Giocatore fondamentale.

D’Ambrosio (7) conferma quello che ormai dico da sempre. Un giocatore forte e importante. Gol pesanti per lui in questo finale di stagione. Viene sostituito nel finale da Moses (s.v.) che attacca senza scoprirsi troppo.

Lautaro (7,5) finalmente torna il “Toro” di che conosciamo noi. Doppietta e tanto sacrificio. Al suo posto entra Eriksen (6) che in piccoli gesti dimostra sempre la sua enorme tecnica.

Non ho più parole per descriverlo. Lukaku (7,5) con questa doppietta sale a quota 33 gol stagionali, dietro solo ad un certo Ronaldo e 11 gol consecutivi in Europa League. Basta, non so che altro aggiungere. ENORME. Lascia spazio nel finale a Esposito (6) che sfiora anche lui il gol.

Conte (8) merita il voto più alto perché domina la partita tatticamente. Per 90′ minuti l’Inter domina e non molla un centimetro. Applausi mister, applausi.

Adesso andiamo a Colonia ragazzi, andiamo a prenderci la Coppa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *